Pompei

Nella zona campana dell'Italia, vicino a Napoli, era l'antica città di Pompei. Oggi è conosciuto come comune di Pompei. Quando il Vesuvio eruttò nel 79 d.C., da 4 a 6 metri di cenere vulcanica e pomice ricoprirono Pompei. Gli Osci, un gruppo dell'Italia centrale, vi fondarono cinque città nell'VIII secolo aC, segnando l'inizio dell'insediamento permanente sul luogo.

Elementi di Pompei sono stati preservati dalla cenere vulcanica dando uno sguardo alla vita romana. La maggior parte delle prove è andata perduta durante la delicata procedura di scavo del sito. Con una popolazione di 11,000 abitanti nel 79 d.C., era una città prospera con una serie di squisite strutture pubbliche e opulente case private che attirarono i primi scavatori con i loro costosi arredi, opere d'arte e decorazioni.

La cenere conteneva resti organici, come manufatti in legno e corpi delle vittime. Man mano che appassivano nel tempo, rimanevano delle lacune che gli archeologi scoperti successivamente potevano essere utilizzate come stampi per creare calchi in gesso di figure distintive nei loro ultimi momenti di vita.

Con oltre 2.5 milioni di turisti l'anno, Pompei, Patrimonio dell'Umanità UNESCO, è una delle mete turistiche più visitate d'Italia.

L'assenza di aria e umidità ha mantenuto tutto ciò che era sepolto sotto Pompei ben conservato per quasi 2,000 anni, consentendo un deterioramento minimo o nullo. Pompei, tuttavia, una volta scoperta, è stata esposta sia a fattori naturali che a quelli causati dall’uomo, il che ha accelerato significativamente il decadimento.

Vedi anche  cassapanche
Pompei

Hai già aggiunto 0 articoli al tuo bucket. Il limite sono gli articoli. Puoi aggiungere fino a 0 altri articoli.

Carrello